I Motivi dello swing

I Motivi dello swing

Un bar di provincia. Una jazz band che fa le prove per un concerto, senza troppo mordente. Un gruppo di amiche sedute ai tavolini. È una serata come tante, in cui non c’è nulla da aspettarsi. Uno strano avventore che nessuno ha mai visto prima si fa avanti dal suo tavolino solitario e comincia a parlare con gli altri. È un signore attempato ed elegante, e sembra conoscere molto bene il tipo di musica che il gruppo sta provando. Porta con sé una valigia e mille storie su quella che un tempo si poteva chiamare solo ‘musica sincopata’, perché non risultasse troppo straniera. Quando? Quando i nemici dello swing dominavano l’Italia e suonare era un atto di ribellione gioiosa. Così comincia un viaggio appassionante e inaspettato attraverso vent’anni di musica e storia – dagli anni 30’ al secondo Dopoguerra – seguendo il percorso di tanti piccoli, apparentemente ingenui capolavori della musica leggera come Baciami piccina, Pippo non lo sa, Bellezza in bicicletta…
Un grande viaggio per ascoltare e scoprire i… Motivi dello swing!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.